Alitalia, l’incubo che ritorna

A proposito dell’operazione criminale con cui il Governo si appresta a ricapitalizzare Alitalia, mi sembra opportuno riesumare un vecchio articoletto che scrissi nell’Ottobre 2008 per A.Gi.Sco., un periodico studentesco che riuniva le redazioni dei principali giornali scolastici di Milano ed era diffuso gratuitamente negli stessi Istituti.

Sono passati 5 anni ma, se riuscite a tollerare il pessimo profilo stilistico del pezzo e a passare sopra alcune imprecisioni, potete notare che nulla è cambiato, i soggetti in campo sono grosso modo gli stessi ed identica è la dedizione con la quale la politica si imbarca in queste avventure disastrose finanziate come di consueto con soldi pubblici.

5 anni e siamo tornati al punto di partenza: molto probabilmente ci torneremo periodicamente, bruciando altre risorse in un’azienda distrutta, che deve rimanere italiana per solleticare l’istinto nazionalista che alberga in tutti i cittadini ed additare loro il nemico esterno che vuole comprare i gioielli della Patria.

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: