Perché la decrescita non funziona

Il mio ultimo articolo per Strade, scritto con Luciano Canova:

La teoria della “decrescita felice”, diffusa da Serge Latouche, si riaffaccia periodicamente sulle pagine dei quotidiani italiani. Questa corrente di pensiero esercita un certo fascino sulla sinistra italiana (ma non solo) ed è sempre stata considerata con sufficienza dalla grande maggioranza degli economisti. Proviamo ad illustrare le ragioni di questa diffidenza e le lacune di questa proposta politica.

È innanzitutto doveroso mettere a fuoco l’oggetto della nostra analisi: le teorie della decrescita affermano la necessità di liberare la società e i suoi governanti dalla loro ossessione per la crescita economica, misurata dalla variazione percentuale del PIL. In particolare i sostenitori della decrescita accusano il PIL di non riuscire a catturare diversi fattori che concorrono al benessere sociale, includendo invece il risultato di attività che danneggiano consumatori e cittadini. La “religione” del PIL ignorerebbe ad esempio[…]

continua a questo link: http://stradeonline.it/innovazione-e-mercato/653-cosa-non-funziona-scientificamente-nella-decrescita-felice

Post a comment or leave a trackback: Trackback URL.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: